3 motivi per scattare in modalità manuale

Hai probabilmente sentito dire, più e più volte, che dovresti scattare con la tua fotocamera in modalità manuale.

Ma cos’è la modalità manuale, e perché è così importante per la tua fotografia?

Cerchiamo di capirlo!

Vuoi creare foto straordinarie controllando facilmente la tua fotocamera? Clicca qui per la nostra guida completa!

La modalità manuale è una delle impostazioni principali della tua fotocamera, e ti permette di controllare manualmente la velocità dell’otturatore, il diaframma e l’ISO.

Queste tre impostazioni lavorano insieme per controllare la luminosità o lo scuro della tua foto (nota come esposizione), oltre a cambiare l’aspetto generale dell’immagine.

Cose super importanti! Ora, se ti stai avvicinando alla fotografia, potresti non sapere nemmeno cosa fanno la velocità dell’otturatore, il diaframma e l’ISO, quindi prendere il controllo su di essi può essere travolgente. Ma non lasciare che questo ti impedisca di scattare!

Ecco un grande segreto che non so nemmeno se dovrei dire qui… Non hai bisogno di sapere come scattare in modalità manuale per fare belle foto. Gasp! Sì, è vero.

Le modalità automatiche (Auto, Programma) e semi-automatiche (Priorità Apertura e Priorità Otturatore) della tua fotocamera sono ottimi punti di partenza.

La modalità manuale ti darà molto più controllo sull’aspetto delle tue foto.

Perciò perché imparare a scattare in modalità manuale se la tua fotocamera può regolare automaticamente le impostazioni per te?

Perché la modalità manuale ti darà molto più controllo sull’aspetto delle tue foto. E questo, amico mio, è un affare enorme.

Diamo un’occhiata ai principali vantaggi di scattare in modalità manuale, e a come questo può aiutarti a migliorare l’aspetto delle tue foto!

Prendi il controllo creativo

Il più grande vantaggio di scattare in modalità manuale è che ti permette di prendere il controllo creativo su apertura e velocità dell’otturatore, e sulla luminosità in generale.

modo manuale ISO 100, 50mm, f/1.6, 1/500s

Apertura

Controllando manualmente l’apertura avrai più controllo sulla profondità di campo dell’immagine. (Cioè, quanta parte dell’immagine è a fuoco). Questo può essere molto utile quando si scattano ritratti. Una grande apertura (un numero f/number più piccolo) ti aiuterà a creare una profondità di campo più bassa, che può aiutare enormemente il tuo soggetto a distinguersi dallo sfondo – per non parlare del fatto che ti aiuta a creare un bokeh incredibile! Questo può essere utile in molte situazioni, come nella fotografia di paesaggio dove si vuole catturare sia il primo piano che lo sfondo in modo ragionevolmente nitido. Scattare in modalità manuale ti permette di scegliere in base al risultato che vuoi!

IMG_7805 ISO 500, 37mm, f/8.0, 1.3s

Velocità dell’otturatore

Per quanto riguarda la velocità dell’otturatore, poterla controllare può aiutarti a catturare il movimento in modo più creativo. Selezionando una velocità dell’otturatore più lenta è possibile catturare scatti in cui il soggetto mostra una certa sfocatura. Pensa a quegli scatti notturni in città di auto che fanno scie di luce, o alle cascate con l’acqua che scorre fluida. I tempi di posa lenti sono quelli che ti permettono di catturare tutto ciò!

O forse vuoi congelare completamente qualche tipo di azione, come un bambino che salta a mezz’aria. Usare una velocità dell’otturatore veloce vi aiuterà a congelare quell’istante nel tempo. Essere in grado di scegliere la velocità dell’otturatore ti permette di decidere come vuoi che il movimento sia ritratto nella tua immagine.

Esposizione

Ci sono anche momenti in cui vorrai prendere il controllo creativo della luminosità generale di un’immagine (regolando manualmente velocità dell’otturatore, apertura e ISO).

Un esempio potrebbe essere la creazione di silhouettes. Questo richiede che il soggetto stia in piedi di fronte a uno sfondo luminoso, e poi sottoesporre deliberatamente il soggetto in modo che appaia abbastanza scuro.

Un altro esempio è la fotografia stellare. In questa situazione è tipicamente necessario scattare con una grande apertura (piccolo numero f/number), avere l’otturatore aperto per molto tempo (10-30 secondi), e scattare ad un ISO più alto.

Questi sono due scenari diversi che richiedono ciascuno un approccio specifico alla scelta delle impostazioni al fine di ottenere l’aspetto desiderato! Ma non sono solo le situazioni uniche come le silhouette e la fotografia di stelle a beneficiare del controllo dell’esposizione. Più in generale, la luminosità della tua foto è una preferenza personale e una scelta artistica. Essere in grado di scegliere l’esposizione nella tua immagine è una grande parte del tuo messaggio!

IMG_8536 ISO 125, 200mm, f/7.1, 1/500s

Gestire situazioni di luce difficili

Ecco una grande ragione per imparare a scattare in modalità manuale: Alcune situazioni di luce sono semplicemente troppo difficili da gestire per le modalità automatiche della fotocamera! Cercare di fotografare questi scenari con una modalità automatica può darti un’esposizione sbagliata ed essere un esercizio di frustrazione.

Alcune situazioni di luce sono semplicemente troppo difficili da gestire per le modalità automatiche della fotocamera!

Il problema più grande è con le situazioni retroilluminate. Se la luce dietro il soggetto è molto più luminosa del soggetto stesso, la fotocamera cercherà di regolare le impostazioni per catturare la luce più luminosa. Il risultato sarà che il soggetto sarà completamente sottoesposto e difficile da vedere. Non va bene.

Il contrario della situazione di cui sopra può anche essere difficile per l’impostazione automatica della fotocamera esporre correttamente. Se il tuo soggetto ha una luce molto brillante, ma lo sfondo è abbastanza scuro, allora la tua fotocamera potrebbe scegliere di esporre per lo sfondo più scuro. In questo caso il soggetto sarà totalmente sovraesposto.

Se hai mai scattato in modalità automatica, o anche solo scattato con un cellulare con fotocamera (dato che quasi sempre scattano in modalità automatica), avrai una buona idea di quanto possano essere frustranti queste situazioni! Personalmente mi fanno venire voglia di buttare via la mia macchina fotografica, o forse solo tenere il broncio per un po’…

Fortunatamente per i fotografi irritabili come me, c’è una soluzione. Sì, avete indovinato. La modalità manuale. Essere in grado di regolare manualmente le impostazioni ti permetterà di garantire che il tuo soggetto sia esposto correttamente, invece di lottare per far collaborare la tua fotocamera.

Un altro problema classico è lo scatto con poca luce. Sembra che le modalità automatiche della maggior parte delle fotocamere siano progettate per attivare il flash della fotocamera anche al minimo accenno di oscurità. Il fatto è che il flash della fotocamera ha un aspetto terribile! Se stai scattando in modalità manuale puoi impostare la fotocamera su un ISO più alto (aumentando la sensibilità del sensore). ISO più alti tendono a produrre più rumore dell’immagine, ma personalmente preferiremmo più rumore (che spesso può essere corretto in post-processing) rispetto al pessimo flash della fotocamera.

DSCF1307 ISO 200, 35mm, f/1.4, 1/8000s

Ottieni esposizioni coerenti

Se stai scattando in modalità automatica allora stai lasciando che la tua fotocamera decida quanto luminosa o scura debba essere la foto per ogni singola foto. Il problema è che è un po’ come tirare i dadi ogni volta che si preme il pulsante di scatto.

Fondamentalmente la tua fotocamera ha un misuratore di luce al suo interno che prende le misure della luce che entra attraverso l’obiettivo. In modalità automatica la macchina fotografica prende le informazioni dell’esposimetro e determina quali sono le impostazioni ideali per la velocità dell’otturatore, l’apertura e l’ISO al fine di produrre una buona esposizione quando si scatta la foto. Quando l’inquadratura cambia (perché si sposta la fotocamera, il soggetto si muove o l’illuminazione cambia) anche l’esposizione può cambiare. Questo significa che due scatti fatti uno dopo l’altro nella stessa scena potrebbero avere esposizioni molto diverse. Questo può creare una serie di immagini piuttosto incoerenti.

Ma, se stai scattando in modalità manuale, allora la velocità dell’otturatore, l’apertura e le impostazioni ISO non cambieranno da uno scatto all’altro, a meno che tu non le cambi. Puoi essere certo che otterrai esposizioni coerenti.

Avere esposizioni coerenti potrebbe non sembrare un grosso problema all’inizio, ma pensa a come influenza la tua fotografia. Se sei in grado di ottenere risultati prevedibili e ripetibili, allora non stai più tirando i dadi – stai solo vincendo ogni volta! Può apparire piuttosto orribile se una sequenza di foto in un album o in una galleria sono incoerenti nella luminosità. Alcune di queste cose possono essere corrette con l’editing (specialmente se si scatta in raw), ma in realtà è una perdita di tempo cercare di correggere in editing errori che si sarebbero potuti ottenere facilmente nella fotocamera.

DSCF2193 ISO 4000, 16mm, f/2.8, 16.0s

Consigli per scattare in modalità manuale

Spero che ormai tu abbia visto quanto può essere fantastico scattare in modalità manuale! Puoi avere un maggiore controllo sull’aspetto della tua immagine e non devi combattere con la macchina fotografica per ottenere il tuo scatto nel modo che desideri! Quindi ora parliamo di alcuni consigli per diventare un ninja della modalità manuale.

Ci vuole solo tempo

La prima cosa da sapere è che potrebbe volerci un po’ di tempo prima di sentirsi a proprio agio a scattare in modalità manuale, soprattutto quando si sta imparando la fotografia per la prima volta. Hai così tante cose a cui pensare, come la composizione, l’illuminazione, l’interazione del soggetto, ecc., che può essere difficile tenere costantemente a mente anche l’apertura, la velocità dell’otturatore e l’ISO.

Quando abbiamo iniziato a fotografare siamo stati lontani dalla modalità manuale per molto tempo. Ci sembrava troppo difficile! Abbiamo scattato in priorità di apertura per un paio d’anni, finché non abbiamo capito che era importante imparare la modalità manuale se volevamo quel controllo creativo.

Ma la cosa più importante da tenere a mente è che alla fine ci sembrerà naturale e intuitivo! Con abbastanza pratica comincerete a regolare le vostre impostazioni in modo facile e veloce. Quindi continua a farlo!

Inizia con la modalità Programma

Se hai appena iniziato a fotografare, potresti voler lavorare lentamente fino alla modalità Manuale. Puoi iniziare scattando in modalità Programma (di solito “P”). Questa è come la modalità Auto, ma ti dà accesso alla compensazione dell’esposizione. Fondamentalmente la compensazione dell’esposizione ti permette di dire alla fotocamera di rendere una foto più luminosa o più scura rispetto alle impostazioni automatiche (regolando un quadrante su o giù durante lo scatto). Così, se stai scattando in modalità Programma e la foto sembra troppo scura, puoi aumentare la compensazione dell’esposizione e poi scattare un’altra foto che sarà più luminosa. È un modo molto semplice per iniziare a prendere più controllo sull’aspetto della foto.

Passa alla priorità di apertura

Una volta che hai preso confidenza con la modalità Programma puoi passare alla modalità priorità di apertura. Con la priorità del diaframma imposti l’apertura e l’ISO, ma la fotocamera imposta automaticamente la velocità dell’otturatore. È abbastanza facile imparare la modalità a priorità di apertura e ti dà molto più controllo sulla profondità di campo nelle tue foto. Con Aperture Priority hai anche accesso alla compensazione dell’esposizione, quindi puoi anche controllare la luminosità. Ora sei responsabile di alcune cose! Guarda come vai! Una volta che sei davvero a tuo agio nella modalità a priorità di diaframma, è solo un piccolo salto alla modalità manuale!

Priorità di diaframma vs. modalità manuale

Ora penso che ci siano alcune situazioni in cui è meglio usare la priorità di diaframma rispetto alla modalità manuale! A volte le condizioni di luce cambiano così rapidamente (o ti stai muovendo attraverso diverse condizioni di luce) che potresti perdere uno scatto se stai cercando di regolare le impostazioni manualmente. Questo è spesso il caso quando si scatta fotogiornalisticamente, in scene con molta varietà. Quindi non pensare che la modalità manuale sia l’unica strada da percorrere. La chiave è essere a proprio agio in ogni modalità, e poi scegliere la migliore per la situazione!

La chiave è essere a proprio agio nello scattare in ogni modalità, e poi scegliere la migliore per la situazione!

Impara a scattare in modalità manuale

Eccitato di imparare a scattare in modalità manuale? Fantastico! Possiamo mostrarti esattamente come prendere il controllo della tua fotocamera e scattare in modalità manuale, nel nostro tutorial facile da seguire, Extremely Essential Camera Skills!

È un tutorial multimediale, ricco di foto di esempio, illustrazioni e video per rendere davvero facile imparare questa abilità essenziale! Otterrai una comprensione completa di apertura, velocità dell’otturatore e ISO, otterrai il nostro processo in tre fasi per trovare le impostazioni perfette ogni volta, e imparerai tutto su messa a fuoco, obiettivi, bilanciamento del bianco e altro ancora!

È la guida che avremmo voluto avere quando stavamo imparando a usare le nostre fotocamere, e ti farà scattare in modalità manuale in pochissimo tempo. Controlla qui e inizia a prendere il controllo dell’aspetto delle tue foto!

Lascia un commento