50+ Farmaci per le commozioni cerebrali e la sindrome post-commozione cerebrale: What Works, What Doesn’t, and What to Do Instead

Ogni volta che teniamo una consultazione di un nuovo paziente, discutiamo le medicine e gli integratori che il paziente ha preso per i sintomi della commozione cerebrale. Vediamo una varietà di farmaci per la commozione cerebrale che i medici in tutti gli Stati Uniti e in Europa stanno prescrivendo. Vediamo anche se hanno aiutato o ostacolato i nostri pazienti.

In questo articolo, abbatteremo alcuni dei farmaci più comuni per la sindrome post-concussiva, organizzati dai sintomi più comuni della commozione cerebrale che vediamo nei nostri pazienti, insieme alle cose da considerare se li stai prendendo:

  • Medicinali per l’ansia, la depressione e la sensazione di essere sopraffatti
  • Medicinali per le difficoltà del sonno
  • Medicinali per mal di testa, emicranie e altri dolori
  • Medicinali per vertigini e nausea
  • Medicinali per la concentrazione e altri problemi cognitivi
  • Medicinali per la fatica cronica, bassa energia, e bassa motivazione
  • Medicinali per la sensibilità alla luce e al rumore
  • Medicinali per problemi di vista
  • Medicinali per disfunzioni della pressione sanguigna
  • Rimedio ormonale bioidentico
  • Popolari rimedi naturali

Nella giusta situazione, alcuni di questi farmaci aiuteranno a mantenere i vostri sintomi gestibili. Ma i farmaci non risolvono i problemi di fondo causati da una lesione cerebrale traumatica. Al contrario, spesso mascherano il problema, rendendolo più difficile da identificare e risolvere.

Per qualsiasi paziente con sintomi persistenti di commozione cerebrale, raccomandiamo vivamente la riabilitazione attiva in una buona clinica di commozione cerebrale piuttosto che affidarsi ai farmaci. I farmaci spesso hanno effetti collaterali e/o conseguenze a lungo termine. E se stai prendendo più farmaci per gestire i sintomi post-concussivi, questo mette a dura prova il tuo fegato. Tutto ciò che puoi fare per alleviare o minimizzare i sintomi senza farmaci è di solito meglio per la tua salute generale.

A Cognitive FX, i nostri pazienti migliorano in media del 75% dopo il trattamento nel nostro centro specializzato in terapia post-concussiva. Per vedere se sei idoneo al trattamento, iscriviti per una consultazione gratuita.

Medicazioni per ansia, depressione e sentimenti di sopraffazione

Le medicine per i sintomi emotivi sono complesse. Se hai avuto una storia di malattia mentale prima della commozione cerebrale e stai prendendo farmaci per questo, il trattamento della commozione cerebrale non è probabile che diminuisca il tuo bisogno di quei farmaci. Ma se la tua salute mentale è diminuita dopo il tuo trauma cranico, potresti essere in grado di interromperli dopo il trattamento man mano che la causa sottostante si rettifica.

Il tuo dosaggio esatto e i farmaci dovrebbero essere gestiti dal tuo medico; se mai raccomandiamo di cambiare le dosi, è a condizione che tu stia lavorando con un medico autorizzato a casa per farlo. However, we often encourage patients not to take unnecessarily excessive amounts of these medicines.

Sometimes, patients are able to wean off before their treatment at our clinic begins. This is sometimes the ideal situation because medications for anxiety and depression, when prescribed for concussion management, could interfere with concussion treatment.

Here are some of the more common medications we see our patients using to handle anxiety, depression, feelings of being overwhelmed, and other emotional symptoms:

  • Amitriptyline, such as:
    • Elavil
    • Vanatrip
  • Benzodiazepines, such as:
    • Alprazolam (Xanax)
    • Diazepam (Valium)
    • Oxazepam
  • Selective serotonin reuptake inhibitors (SSRIs), such as:
    • Citalopram (Celexa)
    • Escitalopram (Lexapro)
    • Fluoxetine (Prozac)
    • Sertraline (Zoloft).

Note that benzodiazepines have a high addiction component. Possono richiedere anni per disintossicarsi con successo. Inoltre, spesso peggiorano gli altri sintomi perché possono rendere i compiti cognitivi più difficili.

Alcuni pazienti usano anche marijuana ed estratti di marijuana, che non possiamo raccomandare perché non ci sono molte ricerche sulla marijuana e il suo effetto sul cervello, specialmente quando si tratta di pazienti con mTBI. In definitiva, non raccomandiamo nulla che non abbia una ricerca a sostegno della sua sicurezza ed efficacia.

Medicinali per le difficoltà del sonno

medicinali per la commozione cerebrale e la sindrome post-traumatica-1

I pazienti sono venuti da noi prendendo una varietà di farmaci per i disturbi del sonno. C’è una certa sovrapposizione con i farmaci elencati sopra, ma a volte i pazienti ricorrono a, diciamo, soluzioni creative che non sono buone per la loro salute a lungo termine. Here’s what we’ve seen:

  • Alcohol
    • Please don’t do this; there are much healthier ways to get a good night’s sleep.
  • Ambien
  • Antihistamines, especially Benadryl
    • Note: If you’re taking antihistamines to help you sleep, stop immediately. Long term use is extremely detrimental to your health.
  • Diazepam and some other benzodiazepines (see the above section)
  • Doxepin, such as:
    • Silenor
    • Zonalon
    • Prudoxin
  • Melatonin
    • This is an over-the-counter supplement rather than a medication, per se. Taken according to instructions, it can enhance your sleep in a natural way.
  • Trazodone, such as:
    • Desyrel
    • Molipaxin
    • Oleptro.

Some of these solutions — such as alcohol and antihistamines — are extremely dangerous. Se stai prendendo uno di questi per aiutare il sonno (indipendentemente dal fatto che sia a causa di una lieve lesione cerebrale traumatica), consulta un medico per aiutarti a passare a qualcosa di più sicuro.

Tra tutte le opzioni in questa lista, la melatonina è la più sicura e quella che crea meno dipendenza. Nel complesso, la melatonina è una buona opzione.

Medicinali per mal di testa, emicranie e altri dolori

Il mal di testa è un sintomo persistente estremamente comune. Ci sono miriadi di medicine che si possono prendere per controllare il dolore cronico, specialmente quando si tratta di mal di testa e dolore al collo. Eccone alcuni che abbiamo visto prendere ai pazienti:

  • Amitriptilina (come descritto sopra)
  • Olio di CBD
    • Nota che non sono stati fatti studi sull’effetto a lungo termine dell’olio di CBD sul cervello umano. CBD oil is a popular choice because patients see it as a way to handle headaches and other ailments, but we cannot recommend it because we don’t know what effects it may have long-term, especially when it comes to the brain and concussion recovery.
  • Muscle relaxants
    • These are often used by patients with tension-type headaches and neck pain.
  • Over-the-counter pain relief, such as:
    • Acetaminophen/Paracetamol (Tylenol)
    • Ibuprofen
  • Sumatriptan (Imatrex)
  • Topiramate, Topamax
    • This medicine, in particular, tends to make other symptoms — like brain fog and short-term memory loss — worse.
  • Tramadol
    • This is a highly addictive narcotic for pain. Se lo prendi, potresti aver bisogno di lavorare a stretto contatto con il tuo medico per disintossicarti da questo farmaco.

Abbiamo anche visto pazienti che assumono una serie di farmaci elencati nella sezione sull’ansia e la depressione che usano per la gestione del dolore.

Uno dei maggiori problemi con i farmaci per il dolore nei pazienti con sindrome post-concussiva è che i farmaci provocano un’attenuazione generale delle reti neurali. Perché questo è un problema? La neuroplasticità è una componente chiave nel recupero da una lieve TBI. Se le tue reti neurali sono smorzate, è più difficile per il tuo cervello recuperare dal trauma cranico che hai subito.

Medicinali per il mal d’auto, problemi di equilibrio, nausea

medication-for-concussion-and-post-concussion-syndrome-2

Ci sono molti meno farmaci che vediamo i pazienti usare per controllare il mal d’auto e la nausea, ma questi due sono di gran lunga i più comuni:

  • Dramamina
  • Scopolamina patch.

Il più delle volte, raccomandiamo ai pazienti di eliminare il maggior numero possibile di farmaci prima del trattamento post-concussivo. Dopo tutto, meno medicine ci sono che interferiscono con la chimica del cervello, più facile è riparare i danni della lesione. Ma la medicina anti-nausea è una delle eccezioni. Alcuni pazienti possono vivere senza, altri no. Se hai davvero bisogno del farmaco, è meglio prenderlo ed essere sicuri.

Con la giusta terapia fisica e la terapia cognitiva, potresti essere in grado di disintossicarti da questi farmaci nel tempo.

Medicinali per problemi di concentrazione e altri sintomi cognitivi

Non ci sono molti farmaci che puoi prendere per recuperare le funzioni cognitive dai sintomi post-cussivi. Per i pazienti che sperimentano difficoltà a seguire una conversazione o una ridotta capacità di attenzione, alcuni medici prescrivono farmaci ADD o ADHD. Alcuni dei nostri pazienti hanno usato questi due:

  • Adderall
  • Vyvanse.

Entrambi sono stimolanti e possono creare dipendenza. La maggior parte delle persone sono in grado di prenderli come necessario, alcuni trovano che aiutano, e alcuni riportano alcun miglioramento nei loro sintomi mentre su farmaci. In definitiva, se il tuo medico ti diagnostica ADD o ADHD da adulto dopo che hai avuto un trauma cranico, c’è una buona probabilità che quei sintomi siano stati causati dal trauma cranico piuttosto che dal “vero” ADD/ADHD.

Se i tuoi sintomi derivano da una commozione, c’è un modo per migliorarli senza farmaci. A Cognitive FX, usiamo l’imaging neurocognitivo funzionale (fNCI, un tipo di fMRI) per determinare quali regioni del tuo cervello sono state colpite da una commozione cerebrale. Usiamo poi queste informazioni per trattare i nostri pazienti con terapie appropriate ai loro bisogni specifici.

A Cognitive FX, i nostri pazienti migliorano in media del 75% dopo il trattamento. Per vedere se sei idoneo al trattamento, iscriviti per una consultazione gratuita.

Medication for Chronic Fatigue, Low Energy, and Motivation

medication-for-concussion-and-post-concussion-syndrome-3

Abbiamo visto pazienti su una manciata di farmaci per affrontare la fatica cronica e la bassa motivazione (oltre agli ormoni bioidentici, che sono trattati più avanti in questo post). Anche una piccola ferita alla testa può causare un grande esaurimento. Ecco i tre che abbiamo visto prendere ai pazienti:

  • Acetaminofene con Codeina
    • Nota che questo è spesso per una combinazione di dolore e spossatezza.
  • Caffè
    • Molti pazienti aumentano il consumo di caffè dopo una commozione cerebrale per compensare la spossatezza. Ma diversi studi hanno dimostrato che si può danneggiare ulteriormente il cervello cambiando significativamente l’assunzione di caffeina dopo l’infortunio. 1 Raccomandiamo spesso ai pazienti che vengono nella nostra clinica per la terapia di ridurre l’assunzione di caffeina, e discutiamo il modo migliore per farlo durante la consultazione.
  • Iniezioni di vitamina B12
    • Queste possono essere molto utili e possono contribuire al recupero di un paziente.

Medicazione per la sensibilità alla luce e al rumore

Purtroppo, non ci sono farmaci per migliorare la sensibilità alla luce e al rumore a parte l’assunzione di antidolorifici per renderla meno spiacevole. La maggior parte dei pazienti gestisce la sensibilità con occhiali da sole e tappi per le orecchie, se necessario. Altri semplicemente evitano situazioni in cui sarebbero esposti a luci intense o rumori forti.

Non è un modo di vivere, ed è per questo che questo è uno dei molti sintomi che trattiamo nella nostra clinica attraverso la riabilitazione attiva. Se vuoi saperne di più, iscriviti per un consulto gratuito.

Medicazioni per i problemi della vista

medicazioni per la commozione cerebrale e la sindrome da post commozione cerebrale-4

Le medicazioni per i problemi della vista si sovrappongono solitamente ad un’altra categoria. Dipende da come è colpita la vostra visione. Ecco le tre categorie che vediamo:

  • Occhiali con prisma
    • Alcuni optometristi prescriveranno occhiali con prisma per correggere i problemi di vista dopo una commozione cerebrale. Se il sintomo è causato da una commozione cerebrale, consigliamo di cercare una riabilitazione attiva prima di ricorrere agli occhiali da prisma.
  • Medicine per il mal di testa
    • Se i problemi di vista danno ai pazienti mal di testa, di solito combattono il problema con medicine per il mal di testa.
  • Medicine per la nausea
    • Se i problemi di vista danno ai pazienti nausea o causano problemi di equilibrio, di solito vengono trattati con medicine per la nausea.

Medicine per la disregolazione della pressione sanguigna

A volte, una commozione cerebrale causa disfunzioni durature nel sistema nervoso autonomo. A volte, una commozione cerebrale causa danni duraturi al tuo sistema nervoso autonomo. Mentre è curabile con la giusta terapia, i pazienti possono sperimentare ipotensione, ipertensione o anomalie della pressione sanguigna innescate da una certa attività (come l’esercizio). Potrebbe anche risultare in sensibilità al caldo o al freddo.

Abbiamo visto un certo numero di pazienti che prendono farmaci per la pressione sanguigna, specialmente quelli che aiutano l’ansia e l’umore, oltre a regolare la pressione sanguigna. Alcuni esempi includono:

  • Beta-bloccanti, come:
    • Atenololo (Tenormin)
    • Propranololo (Inderal)
  • Alfa bloccanti, come:
    • Clonidine (Catapres)
    • Guanfacine (Tenex)
  • Calcium channel blockers, such as:
    • Verapamil
    • Diltiazen
    • Isradipine
    • Nimodipine.

Bioidentical Hormone Replacement

Something many patients don’t realize is that a concussion can cause their hypothalamus and pituitary glands to not function correctly. But recovery time can be anywhere from a few days to never. Hypothalamus or pituitary function cannot be seen with MRI and, if untreated, can lead to problems including thyroid dysfunction or stunted growth.

Treatment of post-concussion syndrome may not resolve hormone dysregulation. A good endocrinologist can work with you to supply the hormones your body isn’t making enough of anymore. Some examples include:

  • Aldosterone
  • Cortisol
  • Estrogen
  • Growth hormone
  • Prolactin
  • Thyroid hormone, such as:
    • Armour Thyroid
    • NP Thyroid
    • Levothyroxine sodium
  • Testosterone
  • And more.

If you’re overproducing any of these hormones rather than underproducing, then there are typically treatment options for that as well.

Popular Natural Remedies

In this post, we discuss 50+ medications for post-concussion syndrome, including some natural remedies and bioidentical hormone replacement.

While we tend to stay out of the supplements conversation, there are a few natural remedies we see patients taking that you may find helpful as well:

  • B12 (per l’energia)
  • Curcumina (per l’infiammazione)
  • Magnesio (per la salute neurale)
  • Melatonina (per il sonno).

Riabilitazione attiva: L’alternativa naturale ai farmaci per i sintomi post-concussivi persistenti

Il cervello ha un’incredibile capacità intrinseca di recuperare conosciuta come neuroplasticità. I pazienti che soffrono di sintomi post-concussivi persistenti possono trovare il sollievo più duraturo (e completamente naturale) dalla riabilitazione attiva mirata a sfruttare la neuroplasticità, assumendo che vengano usate le giuste modalità di trattamento.

A Cognitive FX, impieghiamo sia terapie fisiche che cognitive progettate per spingere il cervello a usare i percorsi neurali che ha trascurato. Questo richiede un approccio multidisciplinare: il nostro team comprende un neuropsicologo clinico, un neuroradiologo, un neurochirurgo, uno psicologo clinico, diversi terapisti neuromuscolari, diversi terapisti neurocognitivi, diversi terapisti occupazionali e due specialisti DynaVision – e continuiamo a crescere.

Oltre ad avere il più grande team multidisciplinare formato per affrontare la riabilitazione della sindrome post-concussiva, siamo l’unica clinica in grado di offrire imaging neurocognitivo funzionale (fNCI). La fNCI è un tipo di risonanza magnetica funzionale che ci permette di vedere come il tuo cervello usa le sue risorse (principalmente l’ossigeno portato attraverso l’aumento del flusso sanguigno) mentre esegui una serie di test standardizzati nella macchina di risonanza magnetica.

I risultati dipingono un quadro chiaro di quali regioni del tuo cervello sono state colpite e se sono ipoattive o iperattive. Con queste informazioni, siamo in grado di adattare il tuo trattamento alla tua lesione (particolarmente importante perché le lesioni cerebrali traumatiche non sono uguali per tutti).

Se sei curioso di sapere com’è passare attraverso il nostro programma di trattamento, leggi cosa hanno da dire i nostri pazienti stessi. Olivia, Sam, Myrthe e Chris hanno avuto esperienze e sintomi diversi, ma tutti hanno ottenuto il recupero sperato dopo il trattamento.

Conclusione

Se stai prendendo più farmaci o solo uno, è importante considerare l’effetto che sta avendo sulla tua vita. Stai sforzando il tuo fegato? Cosa stanno facendo i farmaci al tuo corpo se devi prenderli a lungo termine? A volte il miglioramento della qualità della vita lo rende un rischio che vale la pena correre. Ma se non dovessi dipendere dai farmaci per sempre, lo faresti?

Se stai prendendo farmaci per i sintomi della commozione cerebrale e non hai provato la riabilitazione attiva, richiedi una consulenza. Parlare con noi è gratuito e possiamo aiutarti a determinare se sei idoneo al trattamento. In media, i nostri pazienti migliorano del 75% dopo il trattamento. Molti migliorano abbastanza da poter smettere completamente di usare i farmaci che prendevano.

Questi sono gli studi in riferimento all’assunzione di caffeina:

Al Moutaery K, Al Deeb S, Ahmad Khan H, Tariq M. Caffeine impairs short-term neurological outcome after concussive head injury in rats. Neurochirurgia. 2003
Li W, Dai S, An J, et al. Il trattamento cronico ma non acuto con caffeina attenua il danno cerebrale traumatico nel modello di impatto corticale del mouse. Neuroscienze. 2008
Yamakawa G. Lengkeek, C., Salberg, S., Spanswick, S., Mychasiuk, R. Esiti comportamentali e fisiopatologici associati con il consumo di caffeina e lesioni cerebrali traumatiche lievi ripetitive (mTBI) nei ratti adolescenti. PLOS ONE. 2018

Lascia un commento