Alberi di pere Bradford: Perché puzzano e fanno male all’ambiente

Columbia, SC (WLTX) – La pera Bradford non solo ha un cattivo odore, ma potrebbe anche fare male al nostro ecosistema.

La pera Bradford spicca a fine inverno e inizio primavera, ma anche se l’albero produce fiori, è tutto tranne che dolce.

È difficile non notare le luminose fioriture bianche, ma se lo fai, probabilmente sentirai l’odore dell’albero.

Carico …

“È sgradevole. È quasi un odore doloroso. Ti entra nella parte posteriore del naso e ti fa venir voglia di toglierlo”, ha detto il dottor Kirt Moody.

Moody è professore associato di biologia e scienze ambientali al Columbia College.

Ha detto: “Non è il tipo di odore che spesso associamo ai fiori. L’odore pungente dell’albero ha comunque uno scopo. Moody ha detto: “Aiuta ad attirare il giusto tipo di impollinatore”

Ha detto: “Ho visto alcune mosche e alcune falene in giro, quindi ha senso che sia un odore forte perché questi sono insetti che si basano sugli odori per navigare nell’ecosistema.”

L’albero è originario della Cina, la specie è stata introdotta come ornamentale dal Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti nel 1964.

Si pensava inizialmente che gli alberi non potessero riprodursi. Moody ha detto: “In effetti si ibridano con altre pere da fiore nella zona. Potrebbero infatti fare qualche danno genetico a quegli altri alberi.”

Gli alberi sono resistenti alla maggior parte dei parassiti e delle malattie. Hanno una struttura di rami molto debole che li fa spaccare facilmente.

La Commissione Forestale della Carolina del Sud scoraggia di piantare la pera Bradford.

Secondo un comunicato della Commissione, “Non piantate la Callery o la pera Bradford. Piantate invece alternative native, come il serviceberry, l’albero della frangia, il tupelo o il corniolo, tra i tanti. Gli alberi dovrebbero essere tagliati e i ceppi trattati immediatamente con erbicidi per eliminare la risposta di germinazione.”

Moody ha detto che nel suo quartiere sono stati piantati molti peri Bradford in passato. Ha detto, “Ora penso che molte persone se ne stiano pentendo a questo punto.”

Questa settimana è la settimana nazionale della consapevolezza delle specie invasive. È un momento per aumentare la consapevolezza e individuare soluzioni ai problemi delle specie invasive in tutto il paese.

Caricamento …

Lascia un commento