Boston Red Sox: Il proprietario John Henry affronta le voci che ha intenzione di vendere la squadra

Nonostante le speculazioni che dicono il contrario, il principale proprietario dei Boston Red Sox John Henry è arrivato allo spring training e ha affrontato con forza le voci secondo cui ha intenzione di vendere la squadra.

Il normalmente riservato Henry si è aperto abbastanza ai giornalisti durante una sessione di 25 minuti al Jet Blue Park di Fort Myers, Florida. Secondo Scott Lauber del Boston Herald, Henry ha spiegato che possedere i Red Sox è una rara opportunità a cui non ha intenzione di rinunciare tanto presto:

Non si ha l’opportunità di possedere qualcosa come i Boston Red Sox. Finché possiamo farlo, noi tre ci impegniamo ad essere qui. Questi pensieri che stiamo in qualche modo vendendo, semplicemente non sono veri.

Peter Abraham del Boston Globe ha citato Henry che trova ridicole le voci sulla sua imminente vendita:

Non si sono rivelate vere. Sono molto felice. … Gli ultimi 12 anni sono stati i migliori della mia vita. Io, Tom e Larry abbiamo avuto un rapporto di lavoro incredibile. Siamo sempre stati sulla stessa pagina. E’ divertente lavorare con persone di talento.

Gordon Edes di ESPN Boston ha scritto che molti supponevano che Henry avrebbe venduto a causa dei valori alle stelle delle squadre premium come i Red Sox, e presumibilmente perché era distratto dal suo Liverpool Football Club appena acquistato nella Premier League inglese.

Henry si è fatto beffe di questa idea:

, penso che abbia influenzato la percezione. Tutto ti influenza. Le cose che sono state dette, ripetute più e più volte sono abbastanza ridicole. L’ultima volta che sono stato a Liverpool è stato nel maggio dello scorso anno. Non so da dove venga questa distrazione. Si può dire che ogni proprietario della Major League è distratto, se si vuole fare un caso per questo, perché tutti hanno altri affari e altre imprese. Penso che la cosa principale sia stata la percezione. Immaginate se non avessi nient’altro da fare oltre ai Red Sox, cosa pensate che sarebbe diverso?

Henry ha tipicamente lasciato le operazioni quotidiane della squadra ad altri membri del front office, ma la sua sessione mediatica era molto necessaria dopo una disastrosa stagione di 93 sconfitte nel 2012.

Anche se la squadra ha speso liberamente ancora una volta questa passata offseason, la percezione era che i Red Sox avessero alterato la loro filosofia degli ultimi anni; qualcosa che Abraham ha riferito che Henry era d’accordo con tutto il cuore:

Quando si ha una certa quantità di successo generalmente non si tende a cambiare la propria filosofia. Nel nostro caso c’è stato un cambiamento molto profondo, credo, di quello che stavamo cercando di fare. Perché? Questa è una buona domanda. Posso solo speculare sul perché. Ma c’è stato un cambiamento e non credo che alla fine, con il senno di poi, si sia rivelato.

L’anno scorso, Forbes Magazine ha classificato i Red Sox come la terza franchigia più preziosa della Major League, con un valore stimato di 1 miliardo di dollari. Si tratta di un aumento significativo rispetto ai 660 milioni di dollari che il gruppo di Henry ha speso per acquistare la squadra nel 2002, secondo Fox News.

Nonostante gli incentivi finanziari a vendere, Lauber ha citato un commento di Henry come prova che è guidato da qualcosa di più del suo conto in banca a questo punto della sua vita:

Tom e io abbiamo fatto un sacco di soldi nel corso degli anni, quindi questo non ci guida. Se fosse il fattore trainante, sì, sono sicuro che sarebbe una considerazione. Ma la qualità della nostra vita è ciò che ci guida, e il nostro spirito competitivo. Siamo determinati ad avere successo, e l’abbiamo fatto fin dal primo giorno. Questo non è cambiato. Il valore di questi beni è solo qualcosa che non pensiamo in termini di.

Henry ha anche toccato una varietà di altri argomenti durante la sua sessione, che è stata delineata da Rob Bradford di WEEI. Il suo candore si spera che sia un nuovo inizio per la prossima stagione.

È difficile per una squadra di baseball avere successo senza una solida proprietà come fondamento. Mentre i Red Sox hanno avuto più della loro giusta quota di problemi recenti, la dichiarazione di impegno di Henry verso la squadra dovrebbe essere di grande conforto per l’organizzazione e per i tifosi.

Lascia un commento