I nostri blog

Cos’è il melanoma maligno?

Il melanoma maligno è un cancro che nasce dalle cellule che producono il pigmento nero melanina. Il melanoma orale è il tumore orale più comune nei cani e può colpire le labbra, la gengiva e la lingua. Questo tumore è sia localmente aggressivo che rapidamente metastatico (alta capacità di diffondersi in altri siti del corpo). Siti metastatici specifici includono i linfonodi regionali, i polmoni e il fegato; tuttavia, le metastasi possono verificarsi ovunque. Sfortunatamente, le metastasi sono spesso la causa di morte di questo cancro.

Quali sono i sintomi?

La maggior parte dei cani ha effetti collaterali minimi e spesso una massa orale viene notata durante una visita di routine o incidentalmente dal proprietario. Grandi masse possono causare eccessiva bava, sanguinamento, difficoltà a mangiare e bere, o alito cattivo. I segni della malattia metastatica includono il gonfiore di un linfonodo nella regione del collo, perdita di peso, tosse e malessere generale (letargia).

Come si diagnostica?

Una biopsia è raccomandata per qualsiasi massa anormale nella bocca per ottenere una diagnosi. Possono essere richieste colorazioni speciali per confermare il melanoma nei casi in cui la melanina (pigmento nero) non è visibile nelle cellule tumorali. Una TAC o una risonanza magnetica della cavità orale possono essere utili per determinare l’estensione della malattia e per la pianificazione chirurgica.

Prima di iniziare qualsiasi trattamento, la stadiazione è raccomandata sia per la pianificazione del trattamento che per scopi prognostici. Questo include radiografie toraciche (per valutare la presenza di metastasi polmonari), esami di laboratorio completi (emocromo, chimica e analisi delle urine) e valutazione dei linfonodi regionali drenanti tramite ago aspirato. Un’ecografia addominale può essere raccomandata se si notano anomalie negli esami del sangue o se vengono riportati segni clinici relativi all’addome.

Quali sono i trattamenti?
  • Chirurgia: L’escissione chirurgica della massa primaria è la base del trattamento di questa malattia. Margini chirurgici completi sono essenziali dato l’altissimo tasso di recidiva di questo tumore, e quindi a volte sono necessari interventi che includono la rimozione dell’osso per ottenere margini adeguati. Questi sono interventi chirurgici comunemente eseguiti nei cani e la maggior parte dei proprietari riporta un cambiamento minimo o nullo nella qualità della vita.
  • Radioterapia: La radioterapia è utilizzata per cani con tumori non resecabili o per tumori in cui non è possibile ottenere margini completi. I melanomi rispondono meglio alle radiazioni che vengono somministrate in grandi dosi (frazioni) su una base meno frequente e quindi vengono somministrati solo circa 6 trattamenti. Gli effetti collaterali della radioterapia (somministrata in questo modo) sono lievi e possono includere una lieve dermatite superficiale che si verifica sulla pelle esposta al campo di radiazione. Quando viene utilizzato per affrontare i margini chirurgici incompleti, questo trattamento è associato a una probabilità del ~70% di pazienti liberi da malattia nel sito del tumore primario a 1 anno, tuttavia questo trattamento non affronta il potenziale di malattia metastatica.
  • Vaccino del melanoma: Il vaccino ha recentemente ricevuto la piena autorizzazione dal Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti con il nome commerciale ONCEPT per i cani con melanoma orale in stadio II e III. L’approvazione dell’USDA di ONCEPT™ rappresenta il primo vaccino terapeutico autorizzato per il cancro nella medicina umana e veterinaria. Il vaccino agisce attraverso la stimolazione di una risposta immunitaria contro il DNA umano per il gene tirosinasi che è normalmente espresso sui melanociti. È stato dimostrato che il DNA umano stimola una risposta immunitaria molto attiva e duratura contro la tirosinasi nelle cellule di melanoma canino. Il vaccino ha dimostrato di essere efficace nel prolungare il tempo di sopravvivenza nei cani con tutti gli stadi del melanoma orale e può essere applicato ai cani con melanoma in altre sedi. Gli effetti collaterali riportati sono lievi ma possono includere una febbre transitoria di basso grado, una reazione occasionale al sito di iniezione e cambiamenti pigmentari nelle regioni scuramente pigmentate (naso, cuscinetti delle zampe, ecc.).
    • Il vaccino viene somministrato una volta ogni due settimane per 4 trattamenti e un vaccino di richiamo viene somministrato ogni 6 mesi in seguito. Il vaccino è meglio usato come aggiunta alla chirurgia e/o alla radioterapia per controllare sia la malattia locale che metastatica.
  • Chemioterapia: Il melanoma tende ad essere una malattia resistente alla chemioterapia, con tassi di risposta scarsi nel caso di malattia grave e controllo inadeguato nella gestione della malattia microscopica. A causa della natura chemio-resistente di questo tumore, altre terapie sono in genere favorite inizialmente. La chemioterapia può essere usata per i cani con malattia metastatica resistente o in combinazione con altri trattamenti.
  • Farmaci antinfiammatori non steroidei: Farmaci antinfiammatori non steroidei (NSAID) tra cui Piroxicam, Previcox, Rimadyl, ecc agiscono bloccando il recettore COX-2. Molte cellule tumorali, compreso il melanoma, esprimono COX-2, e quindi questo farmaco può aiutare a rallentare la progressione di questo tumore. Gli effetti collaterali associati a questi farmaci possono includere sia segni gastrointestinali che danni ai reni. I valori renali saranno monitorati periodicamente con esami del sangue.
Qual è la prognosi?

Il melanoma maligno orale è un cancro aggressivo. La prognosi dipende molto dalle dimensioni e dalla posizione del tumore primario. Le masse che sono nella parte anteriore della bocca e piccole hanno la prognosi migliore e sono le più adatte alla chirurgia. I cani con masse orali nella parte centrale o posteriore della bocca e/o con grandi masse tendono ad avere una prognosi peggiore e sono meno adatti alla chirurgia. Inoltre, i cani con evidenza di metastasi linfonodali o polmonari hanno una prognosi peggiore. Tuttavia, un approccio multimodale che includa la chirurgia, il vaccino per il melanoma e possibilmente la radioterapia danno tipicamente i risultati più favorevoli per tutti gli stadi della malattia.

Lascia un commento