L’acqua di cocco è salutare?

coconutwater_large

Negli ultimi anni, l’acqua di cocco è diventata una bevanda alla moda che ora è un punto fermo ovunque, dai negozi di alimenti naturali agli studi di fitness.

Nonostante l’alone di salute che questa bevanda ha, la ricerca attuale non supporta il clamore sulle affermazioni e i benefici per la salute dell’acqua di cocco. Ecco cosa c’è da sapere sull’acqua di cocco.

Cosa c’è nell’acqua di cocco?

L’acqua di cocco è il liquido chiaro che si trova all’interno delle noci di cocco – mi piace dire alla gente di pensarlo come succo di cocco. Il latte di cocco, invece, è una miscela di acqua di cocco e cocco grattugiato.

L’acqua di cocco può far parte di una dieta ipocalorica o a basso contenuto di zuccheri in quanto ha un basso contenuto calorico (45-60 calorie per tazza con 11-12 g di zucchero). L’acqua di cocco contiene composti vegetali ed elettroliti come potassio, sodio, magnesio e fosforo. Va notato che il contenuto di elettroliti varia in base alla maturità della noce di cocco, quindi le quantità nell’acqua di cocco variano.

L’acqua di cocco acquistata in negozio ha 30mg di sodio e 470mg di potassio per tazza. L’acqua di cocco è molto più ricca di potassio di altri elettroliti.

Quali benefici per la salute ha l’acqua di cocco?

Molti americani non consumano abbastanza potassio nella loro dieta, quindi l’acqua di cocco (e il latte di cocco) potrebbe aiutare a raggiungere questi bisogni alimentari. Se stai pensando di passare al latte di cocco invece che all’acqua, tieni presente che questa bevanda contiene un po’ di sodio, che è tipicamente sovraconsumato nelle nostre diete.

A causa del contenuto di fluidi ed elettroliti dell’acqua di cocco, alcune ricerche mostrano che l’acqua di cocco potrebbe essere utile per la reidratazione dopo perdite di liquidi dovute a malattie o perdite di sudore durante l’esercizio. Tuttavia, non ci sono prove che sia migliore di altre soluzioni di reidratazione. Alcune analisi suggeriscono che il contenuto di elettroliti nell’acqua di cocco da solo non è adeguato per una reidratazione ottimale.

A causa del suo basso contenuto di zucchero rispetto ad altri succhi e bevande più zuccherate, l’acqua di cocco può essere una buona opzione per le persone con il diabete. Tuttavia, lo zucchero in questa bevanda può sommarsi nel tempo, quindi è importante controllare la porzione consumata al giorno.

Ci sono state alcune ricerche che dimostrano che l’acqua di cocco può aiutare ad abbassare la pressione sanguigna in quelli con ipertensione. Il potassio contenuto nell’acqua di cocco aiuta a contrastare gli effetti del sodio sulla pressione sanguigna. Tuttavia, il potassio da fonti alimentari fornisce anche una varietà di vitamine e minerali diversi. La tua fonte principale di potassio dovrebbe provenire da una varietà di alimenti, non solo dall’acqua di cocco.

L’acqua di cocco deve essere usata prima o dopo l’allenamento?

Gli elettroliti sono necessari per mantenere il normale volume del sangue e per prevenire la disidratazione, inoltre possono aiutare a ridurre la fatica, lo stress, la tensione muscolare e il cattivo recupero dall’esercizio. Quindi, l’acqua di cocco può aiutare a prevenire i sintomi legati alla disidratazione derivante dalla perdita di acqua o di elettroliti, come l’affaticamento, l’irritabilità, la confusione e la sete estrema. Tuttavia, l’acqua di cocco è più alta in potassio e più bassa in sodio e zucchero di quanto la maggior parte degli atleti abbia bisogno per il recupero. Il sodio è il principale elettrolita perso con il sudore, quindi l’acqua di cocco da sola potrebbe non essere la migliore bevanda per sostituire le perdite di sodio dopo l’esercizio. La ricerca mostra che l’acqua di cocco potrebbe essere migliore dell’acqua da sola per il recupero, ma non è superiore ad altre bevande sportive.

Non fare affidamento solo sull’acqua di cocco per il recupero dopo l’esercizio. Dovresti fare rifornimento dopo l’allenamento con liquidi ed elettroliti adeguati per reidratarti e abbastanza carboidrati e proteine, per sostituire le tue riserve di glicogeno (carboidrati immagazzinati) e riparare i muscoli.

Chi dovrebbe evitare l’acqua di cocco?

Consiglio a chiunque abbia una malattia renale cronica di evitare di consumare grandi quantità di acqua di cocco. Come già detto, l’acqua di cocco ha un alto contenuto di potassio. Una grande assunzione di potassio nei pazienti renali può portare ad una iperkaliemia (troppo potassio nel sangue) pericolosa per la vita.

Kacie Vavrek è una dietista registrata presso l’Ohio State University Wexner Medical Center.

Lascia un commento