Movimento New Age

Origini

Nel tardo 19° secolo Helena Petrovna Blavatsky, cofondatrice della Società Teosofica, annunciò una nuova era in arrivo. Credeva che i teosofi (che abbracciavano nozioni buddiste e brahmaniche come la reincarnazione) dovessero assistere l’evoluzione della razza umana e prepararsi a cooperare con uno dei Maestri Ascesi della Grande Fratellanza Bianca il cui arrivo era imminente. La Blavatsky credeva che, come capi nascosti del mondo, i membri di questa fratellanza mistica guidassero il destino del pianeta. Le sue idee contribuirono all’aspettativa di una Nuova Era tra i praticanti dello spiritismo e i credenti nell’astrologia, per i quali l’avvento della nuova Età dell’Acquario prometteva un periodo di fratellanza e illuminazione.

Il successore della Blavatsky, Annie Besant, predisse la venuta di un messia, o salvatore del mondo, che lei credeva fosse il maestro indiano Jiddu Krishnamurti. Negli anni ’40 Alice A. Bailey, fondatrice della Scuola Arcana (un’organizzazione che diffondeva insegnamenti spirituali), suggerì che un nuovo messia, il Maestro Maitreya, sarebbe apparso nell’ultimo quarto del XX secolo. Bailey stabilì anche il programma “Triangoli” per riunire le persone in gruppi di tre per meditare quotidianamente. I partecipanti al programma credevano di ricevere energia divina, che condividevano con coloro che li circondavano, aumentando così il livello generale di consapevolezza spirituale.

Dopo la morte di Bailey, gli ex membri della Scuola Arcana crearono una serie di nuovi gruppi teosofici indipendenti all’interno dei quali fiorirono le speranze di una Nuova Era. Questi gruppi rivendicavano la capacità di trasmettere energia spirituale al mondo e presumibilmente ricevevano messaggi canalizzati da vari esseri preternaturali, specialmente i Maestri Ascesi della Grande Fratellanza Bianca. Per esempio, la scozzese Findhorn Foundation credeva che il suo presunto contatto con una varietà di spiriti della natura producesse spettacolari imprese agricole, nonostante il terreno e il clima poveri dell’insediamento del gruppo.

Abbonati a Britannica Premium e accedi a contenuti esclusivi. Abbonati ora

Quando le aspettative di una Nuova Era aumentarono negli anni ’60, apparve una nuova organizzazione, la Universal Foundation. Il suo ricco leader, Anthony Brooke, viaggiò ampiamente a partire dalla metà degli anni ’60, predicendo che un evento apocalittico sarebbe avvenuto durante il periodo natalizio del 1967. Anche se l’evento non ebbe mai luogo, emerse una rete internazionale di gruppi New Age.

Mentre l’esoterismo cresceva, il suo maggiore rappresentante, la teosofia, subì significative battute d’arresto. Negli anni 1880 la Blavatsky fu accusata di falsificare eventi miracolosi associati al suo contatto con i Maestri Ascesi. All’inizio del XX secolo la Società Teosofica fu nuovamente danneggiata, questa volta da una serie di scandali sessuali che coinvolsero i suoi leader, e Besant fu personalmente imbarazzata dalla defezione di Krishnamurti nel 1929. Ciononostante, la società fu un catalizzatore significativo nel promuovere l’accettazione pubblica della nozione di realtà psichica e condusse un programma per aumentare la consapevolezza di altre tradizioni religiose tra i suoi membri e il pubblico in generale, prevalentemente cristiano.

Lascia un commento