Northfield Bank Raid

Quando la banda James-Younger arrivò a Northfield il 7 settembre 1876, con l’intenzione di rapinare la First National Bank, non si aspettava alcun problema dai cittadini locali. A loro insaputa, i cittadini sarebbero presto stati applauditi a livello nazionale per aver difeso la loro città da alcuni dei più noti fuorilegge dell’epoca.

La banda James-Younger veniva dal Missouri. Dopo un decennio di rapine locali, decisero di andare dove nessuno si sarebbe aspettato di trovarli. I fratelli Younger – Cole, Jim e Bob – andarono in Minnesota, così come McClelland “Clell” Miller e Charlie Pitts. Anche se non è mai stato provato, è generalmente accettato che Jesse e Frank James presero parte al crimine che seguì. L’ottavo uomo si pensa sia stato Bill Chadwell, che le autorità inizialmente scambiarono per un uomo del Minnesota chiamato Bill Stiles.

La banda arrivò a Northfield alle 14:00 del 7 settembre. Frank, Charlie e Bob entrarono nella First National Bank mentre Cole e Clell si posizionarono fuori dalla porta della banca per impedire agli abitanti di entrare durante la rapina. Nel frattempo, Jesse, Jim e Bill aspettavano a Mill Square per sorvegliare la via di fuga della banda.

J. S. Allen, un quarantenne del posto, notò gli stranieri. Si diresse verso la banca per vedere se poteva dare un’occhiata a quello che stavano facendo all’interno. Non appena ha raggiunto la porta, Clell ha afferrato Allen, gli ha puntato il suo revolver e gli ha detto di stare tranquillo. Allarmato, Allen si liberò e, secondo quanto riferito, gridò: “Prendete le vostre pistole, ragazzi! Stanno rapinando la banca!”

La loro copertura saltò, la banda andò su e giù per le strade sparando con le pistole alle porte e avvertendo gli spettatori confusi di entrare. Henry Wheeler, uno studente di medicina, afferrò una pistola e corse alla finestra del terzo piano del vicino Dampier Hotel. Da lì, prese attentamente la mira e sparò a Clell Miller, che cadde da cavallo e morì. Dall’altro lato della strada, Anselm Manning, il proprietario di un negozio di ferramenta, girò l’angolo e sparò mortalmente a Bill Chadwell.

Nicolaus Gustavson, un recente immigrato svedese che non riusciva a capire gli ordini dei rapinatori di togliersi dalla strada, fu preso nel fuoco incrociato e fu colpito alla testa. Morì diversi giorni dopo.

Con due membri della banda morti e altri cittadini che sparavano e lanciavano pietre, Cole urlò ai rapinatori nella banca di sbrigarsi. All’interno della banca, tuttavia, le cose stavano andando male come all’esterno.

I rapinatori avevano fatto irruzione nella banca con le loro pistole estratte e avevano chiesto di sapere quale dei tre impiegati fosse il cassiere. Il cassiere era fuori città, quindi nessuno di loro rispose. Frustrato, Frank afferrò Joseph Lee Heywood, il contabile, e gli chiese di aprire la cassaforte. Heywood rispose che la serratura aveva un timer e non poteva essere aperta. Mentì; la serratura era aperta durante l’orario di lavoro ma i chiavistelli rimasero al loro posto in modo che sembrasse chiusa.

Frank sparò un colpo sopra la testa di Heywood, cercando di spaventarlo per farlo collaborare. Notando l’opportunità di fuggire nella confusione, Alonzo Bunker, il cassiere della banca, si precipitò verso la porta posteriore. Charlie Pitts gli sparò alla spalla ma Bunker continuò a correre fino a raggiungere l’ufficio del dottore.

Sentendo le grida disperate di Cole dalla strada, Bob e Charlie afferrarono gli spiccioli che trovarono sul bancone e si diressero fuori. Infuriato per il loro fallimento, Frank si fermò abbastanza a lungo per tornare indietro e sparare in testa a Heywood, uccidendolo all’istante.

Appena pochi minuti dopo essere arrivati a Northfield, i fuorilegge sopravvissuti si ritirarono dalla città. Si sono lasciati alle spalle due membri della banda morti e quindicimila dollari ancora fermi in banca. Per due settimane, centinaia di volontari hanno setacciato il Minnesota meridionale alla loro ricerca in quella che allora era la più grande caccia all’uomo nella storia degli Stati Uniti.

Il 20 settembre, lo sceriffo della contea di Watonwan e cinque volontari locali trovarono gli Youngers e Charlie Pitts vicino a Madelia. Pitts morì nello scontro e i fratelli Younger furono condannati all’ergastolo nella prigione statale di Stillwater. Jesse e Frank James riuscirono a fuggire e per il resto della loro vita negarono di essere mai stati in Minnesota.

Lascia un commento