Oral Tumors in Dogs

Print Friendly, PDF  Email

Find a Vet Specialist

Overview

Dogs and cats are frequently diagnosed with tumors of the oral cavity. This diverse group of cancers includes growths along the:

  • Gingiva (gum)
  • Lips
  • Tongue
  • Tonsils
  • Bone and cartilage of the upper and lower jaws
  • Structural components holding the teeth in place

Signs & Symptoms

Some pets are diagnosed with oral tumors incidentally, meaning a growth is detected without the animal showing any clinical signs. Some owners may visualize a mass in their pet’s mouth while they are panting or yawning. Altri proprietari possono rilevare un problema mentre il loro animale è sdraiato sulla schiena con la bocca aperta in una posizione in cui la lingua cade lontano dalla mascella inferiore. I tumori orali possono anche essere rilevati durante le pulizie dentali di routine o mentre gli animali sono sottoposti ad anestesia per un motivo non correlato. Queste procedure permettono una valutazione più approfondita della cavità orale, e ogni tentativo dovrebbe essere fatto per usare quell’esperienza per visualizzare un’anomalia mentre un animale è anestetizzato.

I tumori orali sono in genere diagnosticati in uno stadio relativamente avanzato della malattia quando stanno causando segni clinici significativi per il paziente. Questo può includere:

  • Gocce (con o senza evidenza di sanguinamento)
  • Alitosi (alito cattivo)
  • Difficoltà a mangiare e/o bere
  • Gonfiore del viso gonfiore
  • Segni di dolore orale (scalpitare sulla bocca o ripetute aperture/chiusure della bocca)

I tumori orali sono molto invasivi localmente, cioè causano danni significativi direttamente nel loro sito di origine. I tumori gengivali possono invadere l’osso sottostante causando la distruzione dell’osso mascellare e la perdita di supporto per i denti associati. Alcuni tumori orali hanno maggiori probabilità di diffondersi in siti distanti del corpo. Per esempio, il melanoma orale ha una maggiore probabilità di diffondersi ai linfonodi della regione della testa e del collo attraverso il sistema linfatico o di diffondersi ai polmoni attraverso il flusso sanguigno, mentre i tumori del fibrosarcoma si diffondono raramente.

Diagnosi:

I tumori orali più comuni nei cani sono il melanoma, il carcinoma a cellule squamose e il fibrosarcoma. Nei gatti, il tumore più comune è il carcinoma a cellule squamose sopra tutti gli altri. La diagnosi di un tumore orale richiederà una biopsia della lesione interessata per determinare il tessuto di origine. Si possono fare aspirazioni con aghi sottili, ma questo spesso richiede sedazione o anestesia, e può non permettere una diagnosi definitiva, quindi la biopsia chirurgica è il metodo preferito di scelta. Le biopsie possono essere escissionali, il che significa che l’intera massa viene rimossa e sottoposta all’istopatologia. Oppure possono essere incisionali, dove si ottiene un piccolo pezzo di tessuto. Molti tumori orali invadono le ossa sottostanti della mascella/viso e sono difficili da rimuovere interamente con una biopsia escissionale limitata, quindi in molti casi, una biopsia incisionale è raccomandata come passo iniziale. Questo permette una corretta pianificazione di un intervento chirurgico definitivo. In molti casi, l’imaging avanzato (TAC o risonanza magnetica) del tumore dovrebbe essere fatto per determinare la sua estensione, nonché per la pianificazione chirurgica.

Trattamento & Cura successiva

Il trattamento di scelta per i tumori orali negli animali domestici è la resezione chirurgica quando possibile. La fattibilità della chirurgia dipenderà da diversi fattori tra cui:

  • Dimensioni del tumore
  • Dimensioni del paziente
  • Posizione specifica all’interno del cavo orale
  • Grado di invasività del tessuto sottostante

Se viene eseguito un intervento chirurgico, e il referto della biopsia indica che i bordi del tessuto sottoposto sono liberi da cellule cancerose, gli oncologi considereranno tali tumori con un “adeguato controllo locale”. Se il referto mostra cellule cancerose adiacenti al bordo tagliato del tumore, la ricrescita del tumore è possibile, e quindi si raccomanda un ulteriore controllo locale. Generalmente, questo controllo aggiuntivo include la radioterapia.

Quando la radioterapia viene eseguita dopo la chirurgia, gli oncologi veterinari prescrivono da 14 a 20 trattamenti giornalieri somministrati per un periodo di diverse settimane. Questa forma di radioterapia può portare ad alcuni effetti collaterali significativi, anche se temporanei, negli animali domestici a causa dell’incorporazione del tessuto sano circostante nella regione irradiata. Gli effetti collaterali della radioterapia nella cavità orale includono l’ulcerazione del tessuto orale e della pelle e la perdita di pelo nel campo di radiazione. Un odore sgradevole può svilupparsi quando gli effetti collaterali si verificano in queste aree e/o il tumore viene distrutto dalle radiazioni. Questo è solitamente temporaneo e diminuisce nel tempo. Se gli occhi sono inclusi nel campo di trattamento, è possibile lo sviluppo di cataratta.

La chemioterapia è variamente efficace per trattare i tumori orali nei cani e nei gatti. Purtroppo, i tumori orali più comuni tendono ad essere eccezionalmente resistenti a questa forma di trattamento. Questo significa che quando gli animali domestici presentano tumori che non possono essere resecati chirurgicamente a causa delle dimensioni o della posizione, le opzioni sono limitate. Il melanoma orale nei cani è uno scenario speciale che può essere trattato con l’immunoterapia utilizzando un vaccino progettato per indirizzare il sistema immunitario del paziente ad attaccare le cellule tumorali residue.

Prognosi

La prognosi dei tumori orali varia a seconda della diagnosi. La prognosi per i cani con diagnosi di melanoma orale varia a seconda delle dimensioni del tumore, della posizione, della presenza o assenza di malattia metastatica e dei marcatori molecolari del tumore stesso. I tumori più piccoli e ben differenziati situati nella parte rostrale (più avanti) della bocca hanno la prognosi più favorevole e la completa escissione chirurgica può essere curativa. I tumori più grandi possono avere una prognosi più breve (ad esempio 6-12 mesi), e i tumori metastatici hanno la prognosi più cauta (< 6 mesi). La prognosi dei cani con carcinoma squamocellulare orale varia a seconda della posizione nella bocca.

Per i tumori situati lungo la gengiva, l’escissione completa può essere curativa, ma spesso richiede la rimozione dell’osso sottostante. I tumori situati lungo le tonsille hanno un più alto tasso di metastasi e hanno una prognosi riservata. La prognosi per i cani con fibrosarcomi orali è tipicamente di 10-12 mesi con la chirurgia. La prognosi per i gatti con carcinoma squamocellulare orale è generalmente scarsa. I tumori tendono ad essere non resecabili al momento della diagnosi, e sono scarsamente reattivi ad altre modalità di trattamento come la radioterapia o la chemioterapia e i gatti in genere sopravvivono solo poche settimane o mesi dopo la diagnosi.

Prevenzione

Non ci sono metodi provati per prevenire il cancro orale negli animali domestici. Tuttavia, l’individuazione precoce della malattia fornirebbe le migliori possibilità di sopravvivenza a lungo termine. Dare un’occhiata alla bocca del vostro animale una volta al mese potrebbe aiutare a diagnosticare i tumori orali prima che causino segni clinici. Questo compito è più facile a dirsi che a farsi, perché molti animali domestici non sono troppo contenti di avere la bocca occupata.

Un esame orale completo dovrebbe far parte di ogni esame di routine per il benessere di cani e gatti. Anche i veterinari hanno difficoltà a sbirciare con successo nella bocca dei nostri pazienti. Tuttavia, siamo generalmente più esperti nel processo e abbiamo anche un’idea più precisa di cosa cercare e cosa potrebbe essere preoccupante. In caso di dubbio, è generalmente molto sicuro somministrare un tocco di sedativo per facilitare gli esami orali.

Ci sono diversi studi clinici e molte ricerche in corso per gli animali con tumori orali. Gli oncologi veterinari sono il miglior punto di riferimento per i proprietari che cercano ulteriori informazioni su questo tipo di cancro, in particolare per determinare l’idoneità dell’animale a nuove terapie. I proprietari possono trovare ulteriori informazioni sui tumori orali, la loro diagnosi e le opzioni di trattamento chirurgico sul sito web della Veterinary Society for Surgical Oncology.

Fact Sheet Author:

Joanne Intile, DVM, Diplomate ACVIM (Oncology)

Lascia un commento