Qual è l’elemento più reattivo?

La reattività di un elemento si basa su quanti gusci di elettroni ha. Più gusci di elettroni, meno attrazione magnetica verso il nucleo hanno gli elettroni sui gusci esterni. Pertanto, possono viaggiare facilmente verso altri atomi chimicamente attraenti (chimicamente attraenti significa che i loro gusci elettronici esterni sono incompleti e hanno solo bisogno di uno o due elettroni in più o in meno per essere completi).

Come forse sapete, più si va in basso (lungo l’asse y), più gusci di elettroni hanno gli elementi e, a parte i gas nobili, i metalli di transizione sono il gruppo meno reattivo della tavola periodica (perché hanno gusci esterni moderatamente bilanciati) che si trovano verso il centro della tavola. Pertanto, più ci si allontana da questi elementi, la reattività degli elementi aumenta.

I metalli alcalini (situati lontano dai metalli di transizione e dai gas nobili) sono il gruppo di elementi più reattivo. Il cesio è il secondo dal basso di questo gruppo, con 6 gusci di elettroni, quindi corrisponde a tutte le caratteristiche di un atomo reattivo, rendendolo quindi l’elemento più reattivo.

Lascia un commento