Tuatara Lizard Care Sheet

Scientific Facts

Common Name: Tuatara
Scientific Name: Sphenodon punctatus punctatus
Life Span: 35-100 years
Size: 61 cm (24 in) Male45 cm (18 in) Female
Habitat: Coastal forest with areas that have crumbly soil
Country of Origin: New Zealand
Order Rhynchocephalia
Family Sphenodontidae
https://lh6.googleusercontent.com/qHGcHghQ0iG2KjBoccBxWX1jE9crgRyO07WNy4bg0E37fA8tK49-A_dsxCnBLKQggFoGQl6c-k-QFZWJWW134XJ-lg0P1MgPadrtdaRq6o3-22sbJ8tBdEgXwGk2pO6mC2tiw2hIbuptT9gXjQ

Image Source

Physical Description

This reptile is considered as part of the unique descendant of the order Rhynchocephalia. Il nome Tuatara è ottenuto dalla lingua Māori che significa “picchi sulla schiena”. Può sembrare un rettile ordinario come quello della lucertola, ma è considerato come una creatura insolita. Presenta il colore bruno-verdastro e grigio che può cambiare nel tempo

Ha una cresta spinosa sulla parte posteriore, specialmente i maschi. Le sue due file di denti dove la mascella superiore si sovrappone a quella inferiore sono un pezzo unico per strappare e masticare il cibo. Una cosa che rende questa specie speciale è il suo occhio fotorecettivo o conosciuto come un terzo occhio che stabilisce i cicli circadiani e stagionali. Il Tuatara è conosciuto come un fossile vivente perché è l’unica specie sopravvissuta del suo gruppo.

I Tuatara hanno un corpo robusto simile ad una lucertola con una grande testa e arti ben sviluppati e denti che sono collocati permanentemente nella mascella. Il loro muso è unico a causa della presenza delle sue ossa premascellari senza denti che causano un aspetto simile al becco. Tutto il loro corpo è coperto di squame dure. Entrambi i sessi possiedono una serie di ampie spine che derivano dalle scaglie, che si estendono lungo la linea mediana della schiena dalla nuca alla coda. Le spine più grandi si vedono sul collo e sul tronco.

Specie di Tuatara

Ci sono solo due specie viventi di Tuatara: Sphenodon punctatus o conosciuto come Tuatara del Nord e lo Sphenodon guntheri o conosciuto come Tuatara dell’Isola dei Fratelli.

Sphenodon punctatus (Tuatara del Nord)

Il termine Punctatus deriva dalla parola latina per “maculato”. Questa specie ha un colore verde oliva con sfumature dal grigio al rosa scuro o rosso mattone, spesso screziato, e sempre con macchie bianche. È protetto per legge dal 1895

Sphenodon Gunther (Brothers Island Tuatara)

Il termine Gunther si riferisce all’erpetologo britannico di origine tedesca Albert Günther che fece ricerche sulle tartarughe. Questa specie ha la pelle marrone oliva con macchie giallastre. È stata classificata come estinta dal 2009.

Dimensione e peso

Entrambi i generi di Tuatara sono considerati sessualmente dimorfici. L’adulto tende ad essere più grande che misura 61 cm (24 in) di lunghezza rispetto ad una femmina adulta che misura 45 cm (18 in). Il peso di un Tuatara maschio può arrivare fino a 1 kg (2,2 lb) mentre il peso massimo di una Tuatara femmina è di circa 660 g (1,3 lb).

Habitat

https://lh6.googleusercontent.com/mkR_p8NmieAP-QbBe00Qs3LgqrJPjmbslG62uCplneFuepNnpAndPF36W21TEICgf2OOxrm9WrOqMel1Y2T1ljKT3z4E8rAa8TwBh_WTw0TjtgVHaOxlaylPPYa11-4aHhCS-GTA2pN8WJ_mJg

Fonte immagine

I Tuatara sono rettili regolarmente presenti in Nuova Zelanda. Sono di solito visti nella foresta costiera con aree che hanno un terreno friabile dove possono scavare. I mammiferi che amano fare gallerie o buchi, come gli uccelli marini, prioni e petrelli condividono l’habitat dell’isola di Tuatara durante la loro stagione di nidificazione. Il Tuatara usa le tane di nidificazione degli uccelli come rifugio se disponibile.

Sono stati introdotti una volta in luoghi vicini in Nuova Zelanda, ma sono stati portati all’estinzione a causa dei mammiferi e degli esseri umani. Ora c’è già un numero stabile nella loro popolazione, ma la comunità sta ancora trovando modi su come rimuovere questa specie in estinzione, soprattutto ora che il globo si confronta con il riscaldamento globale.

Adattamento

Esistono nelle condizioni più fredde su un’isola remota. Sono esotermici che sono attivi a bassa temperatura. La temperatura normale per loro è di 50-60 gradi Fahrenheit. Una volta ogni tanto, hanno anche bisogno di basking per generare calore sui loro corpi e per sbarazzarsi eventualmente di alcune malattie della pelle.

Sono rettili insoliti perché sono diversi dagli altri rettili che odiano il freddo. Non hanno la capacità di sopravvivere ben oltre i 25 gradi centigradi ma possono vivere sotto i 5 gradi, riparandosi nelle tane. Si muovono lentamente, ed è per questo che hanno un battito cardiaco più lento degli altri rettili. Per comunicare, fanno uso del linguaggio del corpo e di rumori gracchianti.

Riproduzione

https://lh4.googleusercontent.com/iV1reLOTEv4rK1mGLx6mP667temTjtekCr45HON68oj0Scd7KVr37ECsdMQfOUrfhFujOMtuQ4f7gKxBL4gEVcrGcWI53F9qEdtAOz7WnRTuI3VH9wXook7M08EHX6MRESYs5SxHANGDCS9jcg

Fonte immagine

Hanno una lenta giovinezza che solitamente richiede fino a 20 anni. C’è un’alta possibilità di riproduzione quando l’accoppiamento avviene durante la stagione estiva dove si siedono fuori dalla tana delle femmine e aspettano fino a quando sono in vena di accoppiarsi. Loro si sventolano la cresta più grande dei loro aculei intorno al collo della femmina nella speranza di impressionarla. I maschi di Tuatara non hanno organi riproduttivi, per questo la riproduzione avviene tramite lo sfregamento delle loro cloache.

I maschi hanno la capacità di riprodursi ogni anno, mentre le femmine possono riprodursi solo ogni due o cinque anni. Lo sperma può essere immagazzinato dalla femmina di Tuatara per almeno 10-12 mesi e può deporre da 1 a 19 uova bianche dal guscio morbido. Queste uova saranno incubate in una tana coperta per più o meno 15 mesi prima che tutte le uova si rompano, questo è considerato come il più lungo periodo di incubazione di un rettile. Dal momento che ci vorrebbe molto tempo prima che queste uova si schiudano, c’è la possibilità che i predatori come i ratti ottengano le uova di tuatara per il cibo dal momento che la madre non rimarrà a proteggerlo.

Determinare l’età del Tuatara

Ci sono due modi per determinare l’età del Tuatara utilizzando un’ispezione microscopica, è attraverso anelli biofilici di ematossilina e anelli femorali. Quando gli anelli biofilici di ematossilina si formano al microscopio, l’età del Tuatara varia tra i 12-14 anni. Se si vedessero gli anelli femorali, l’età del Tuatara potrebbe variare tra i 25-35 anni di età.

Siccome l’età dei Tuatara è superiore ai 35 anni, gli esperti stanno ancora cercando possibili modi su come ottenere la fascia d’età di 35 anni e oltre. Un possibile modo che stanno esaminando è l’esame dell’usura dei denti.

Determinare il sesso del Tuatara

https://lh5.googleusercontent.com/jpsY8ZRvzs_C7JYnko0nsIE5qjgwetDVMXZqjlk3bzjCswXGIcKU5D-wZWj4idGnKv-7OSYAoNf7OWD5PnokSY3uKUMuuFDlF1AhJijUajxpTxQIsVGLDunwaGsV-LYKDdzkR6zbHLw49n8oMw

Fonte immagine

La temperatura gioca un ruolo importante nel determinare il sesso di un Tuatara. Un cambiamento di temperatura, anche una leggera differenza di un solo grado centigrado, può cambiare le uova tutte femminili in tutte maschili. Una temperatura più alta tende a creare più maschi ed è per questo che ci sono molte preoccupazioni per il riscaldamento globale, perché può influenzare il tasso di sopravvivenza dei Tuatara.

Le uova che sono state incubate a 21 °C (70 °F) hanno una uguale possibilità di ottenere entrambi i generi maschile e femminile, o può essere tutta la prole maschile o tutta la prole femminile. Tuttavia, a 22 °C (72 °F), c’è l’80% di possibilità che le uova siano maschi, e a 20 °C (68 °F), l’80% è probabile che siano femmine; a 18 °C (64 °F) si aspettano che tutti i piccoli siano femmine.

Life Span

Tra i rettili, il Tuatara ha i tassi di crescita più lenti. Continuano ancora a crescere all’età di 35 anni con una vita media di circa 60 anni. In condizioni ottimali, possono vivere fino a 100 anni. C’è un rapporto secondo cui un maschio di Tuatara di 111 anni si è riprodotto con successo per la prima volta con una femmina di 80 anni. Gli esperti credono che il Tuatara possa vivere fino a 200 anni in cattività.

Comportamento

Il Tuatara è considerato un rettile sia terrestre che notturno. Hanno spesso bisogno di crogiolarsi sotto il sole per mantenere i loro corpi caldi in modo che quando arriva la notte, il loro corpo ha abbastanza calore per sopportare il freddo esterno. I tuatara di entrambi i sessi difendono molto i loro territori, gli intrusi si sentono minacciati e alla fine mordono quando si avvicinano a loro. Se questo accade, siate prudenti perché non lasciano andare facilmente causando la pelle delle loro prede e allevatori feriti o rotti.

Dieta

https://lh5.googleusercontent.com/AwGrTmzoKYmOi7OqhnWNpw9Q01tcXsyK0HmNCHubx--SHRLv4e6NLm3nVYG-QCEVbgLqZTymvplD-GCfGG9SMsPADmwaG9yGiCYD6Oa3Iuy7m8LL6Cl2l2SEGi8Q5aGnO6Y0U0ezYCfjCVSGxA

Fonte immagine

La loro dieta consiste di lucertole, rane, insetti, pulcini, uova di uccelli, e talvolta tendono a diventare erbivori mangiando alcune piante a foglia verde. Il Tuatara non cercherà di mangiare nella totale oscurità. Il cibo stagionalmente disponibile per loro, come le uova e i giovani degli uccelli marini, fornisce acidi grassi benefici che aiutano a dare energia nei periodi in cui c’è scarsità di cibo. In cattività, possono mangiare tutti i tipi di carne di diversi animali e sono di solito merce congelata.

Le uova di Tuatara

Le uova di Tuatara hanno un guscio morbido e spesso che ha un cristallo di calcite incorporato nella matrice di strati fibrosi. Le femmine impiegano fino a 1-3 anni per fornire le uova con il tuorlo, e ci vogliono fino a 7 mesi per formare il guscio. Un totale di 11-15 mesi per il periodo di schiusa. Questo è un processo abbastanza lungo per i rettili.

Shedding

https://lh4.googleusercontent.com/Gy31CpY9gkXf-pU08RfCTifgeagg25p4F0aETC2UavSxT3JPiDTrEUmHpXORkUmrs3jVF88Ln8pxbiQqcO2E3eNPo50kG57kFYoyZkzB31SaHW1H2BNRfhcr8b7Zc_AMCHM5obzpFSPqdPqP5w

Image Source

Siccome i Tuatara sono rettili, ci si aspetta che passino attraverso lo shedding. I Tuatara più giovani si spargono frequentemente come risposta alla crescita del loro corpo, mentre gli adulti possono spargersi solo una o due volte all’anno. Prima della muta, noterete che il loro colore diventa più spento e che i loro occhi sono più gonfi del normale.

Questi sono segni di una muta sana attesa. Durante questo periodo di tempo di muta, è importante che rimangano idratati e puliti. Per mantenerli idratati, di solito si immergono in paludi o in corpi d’acqua fresca. In cattività, si può creare un ambiente ben idratato e umido assicurandosi che ci sia un bacino d’acqua dove si bagnano il corpo e si può anche spruzzare l’interno della loro vasca con acqua.

Anatomia delle parti del corpo del Tuatara

https://lh3.googleusercontent.com/IZeayMojF7Rjtjgi-FzQGJGGe2fV2Mk_M8ooUK0HHVUG9CbiVQTSWiHP9bUzpZm9WXOgo1r4egNL--K_MmvuKtqKffPtGVt1w68Xww16OxM31re7vnB9ZE4eB-YaWPYzk2ssurIhMro2FcleQA

Fonte immagine

Testa

Il cranio del Tuatara ha due aperture laterali che sono chiamate fenestra temporale che ha archi completi. La sua mascella superiore è saldamente attaccata al cranio che la rende una costruzione rigida e inflessibile. La punta della sua mascella è a forma di becco che porta all’apertura della bocca dove si può vedere una doppia fila di denti nella mascella superiore che si adatta perfettamente alla singola fila di denti nella mascella inferiore tra i denti superiori. Il cervello occupa solo la metà del volume del suo endocranio. Gli esperti di solito paragonano il loro cervello a quello dei dinosauri.

Organi sensoriali

I suoi occhi sono specializzati in tre tipi di cellule fotorecettrici che sono usate sia per la visione notturna che diurna e il tapetum lucidum che può essere visto nella retina per migliorare la visione notturna. Il terzo occhio di Tuatara è chiamato occhio parietale e si trova in cima alla testa. Il suo terzo occhio è sconosciuto, ma si dice che aiuta ad assorbire i raggi ultravioletti che aiutano ad assorbire la vitamina D e aiuta nella termoregolazione.

Tuatara ha gli organi uditivi più primitivi tra gli amnioti come quelli di una tartaruga. Non hanno buchi né timpani, e la sua cavità dell’orecchio medio è riempita di tessuto adiposo. Anche se gli organi dell’udito sono poco sviluppati, ha ancora una risposta in frequenza da 100 a 800 Hz che ha una sensibilità di picco di 40 dB a 200 Hz

Spina e costole

La spina dorsale e le costole di Tuatara possono essere paragonate alla condizione delle vertebre dei pesci e di alcuni anfibi che sono costituite da vertebre anficeli a forma di clessidra che sono concave sia davanti che dietro. Ha anche ossa simili a costole che sono chiamate costole gastriche o addominali che sono fatte di cartilagine che è attaccata alla spina dorsale o alle costole toraciche. Ha processi gastrici e uncinati ben sviluppati che proteggono il ventre e aiutano a contenere le viscere e gli organi interni.

La coda e la schiena

La coda e le placche spinose sulla schiena del Tuatara assomigliano a quelle di un coccodrillo, ma ha il comportamento della lucertola che aveva la capacità di rompere la sua coda quando veniva catturata da un predatore, e poi rigenerarla. La ricrescita della sua coda richiede molto tempo.

Malattia comune del Tuatara

https://lh4.googleusercontent.com/r01libKW825tAPrtUnNvKYN2pxFTgh-l7AVWLCVVxY_Iz96Mqx12JVxoxbFqviDdXyw239b65PwmC5fso3n8who-ompBjkQGFZBqFQBAAxqG-DS3ofJiakV57CqSPMyypjNpyriyo3q7HbMj9A

Fonte immagine

Malattia infettiva

Salmonellosi

Questa malattia può essere facilmente acquisita da qualcuno che ha la salmonellosi. Se non trattato correttamente, il Tuatara può morire a causa di diverse complicazioni negli organi.

Stomatite infettiva

Questa è comunemente conosciuta come putrefazione della bocca. Lo sviluppo di funghi è di solito il fattore principale per cui si acquisisce questa malattia. I fattori secondari sono problemi di allevamento o di gestione, sovraffollamento, cattiva alimentazione e basse temperature ambientali. Se non trattata, può portare alla perdita di appetito e la fame causerà la morte.

Black Spot

Questa è una malattia della pelle endemica durante la stagione invernale. È caratterizzata dall’annerimento delle squame. Se lo scolorimento si diffonde in tutto il corpo del Tuatara, può causare anoressia, depressione e disidratazione. La loro normale decorticazione sarà interrotta, il che li renderà deboli e li porterà alla morte. Questa malattia può anche verificarsi a causa del sovraffollamento, della temperatura fredda e dello stress.

Altre infezioni micotiche

Queste infezioni micotiche sono causate da un’infezione fungina della pelle che trasporta attraverso i polmoni, i vasi sanguigni e i visceri. Le temperature fredde e l’alta umidità sono la ragione per avere lo sviluppo di queste infezioni fungine travolgenti. Il Tuatara colpito può provare deperimento, disidratazione, scolorimento della pelle e anoressia.

Reproductive Disease

https://lh6.googleusercontent.com/Gn-1lM1YBKPozvpTog2-k5EayjyEMbgRxzQbbCprV-JzfKDOqpkRfhdLszQ1XqBGigLc-Ot1MdH1no1WgcX-7LRIsNarVYroJSutF2PFaXNCuIyMehgEm-kfgRxXdVnck5toMVJ5oxZtBn7a1w

Image Source

Fetal mummification

This is the shrinkage of the fetus because the fluid of both fetus and uterus will be absorbed. The cause of death of the fetus is due to the autolytic changes and the involution of maternal caruncles.

Dystocia

This is caused by different husbandry problems such as improper temperature, malnutrition, improper nesting site, and dehydration. This is characterized by the difficulty in laying eggs.

Osteodistrofia

E’ quando il Tuatara sviluppa un nodulo spinale nella

regione lombare, con associata paresi/paralisi che colpisce la coda e le zampe posteriori. È causata da uno squilibrio calcio-fosforo, specialmente per coloro che hanno una carenza di vitamina D3.

Gotta

I rettili sperimentano anche la gotta, che è articolare e viscerale. Le teorie affermano che è causata da livelli inappropriati di proteine nella dieta e dalla disidratazione.

Cachessia

Questa è caratterizzata come la difficoltà di mangiare che può risultare in una fame a lungo termine. Alimenti inappropriati o gestione dell’alimentazione, e malattie che influenzano l’appetito e il metabolismo sono le cause note.

Malattie parassitarie

https://lh6.googleusercontent.com/n64yuaPayWC6OfnNTOGOpu2ZSGZMTP2RCKjh3a_ss6ZgCGDHWOPopVOlOhZXbAYzlpIL5Le6BCCnJjvk3rB0YUe54dsFGvM8MRoCEG4A-Sb1NwZ5hErzh9LD1H6-g8UdBI31du-1cjdpR0ZN5g

Fonte immagine

Acari

Ci sono tre tipi di acari che possono infestare il Tuatara, questi sono l’Ophionyssus scincorum, Neotrombicula sphenodontia e l’Acomatocarus lysosomal. Questi sono visibili in macchie di colore rosso o arancione che di solito sono raggruppati intorno alle orecchie, inguine, ascella o cloaca. Succhiano il sangue portando a danni alla pelle o alla morte.

Nematodi

Segni clinici come rigurgito, gonfiore, anoressia, anemia, segni di ostruzione e

deperimento possono essere sperimentati.

Protozoi

Questa malattia si trova solitamente in un tuatara in cattività di oltre 40 anni. Questo si traduce in un’infiammazione granulomatosa in diverse parti del corpo.

Malattie varie

Dysecdysis

Lo spargimento della pelle è importante per loro

Se il Tuatara sperimenta questa malattia c’è un improprio spargimento di pelle che è causato da vecchie ferite, malnutrizione, ambiente secco e parassitismo esterno, o dermatite.

Stress da calore

Il Tuatara è un rettile a sangue freddo, l’esposizione a troppo calore può portare a diverse irritabilità che possono causare lotte tra animali. Lo stress da calore innesca anche la formazione di altre disabilità nel loro corpo.

Prevenire le malattie

Proprio come gli umani, anche il Tuatara è esposto a diversi tipi di problemi di salute, non solo quelli menzionati sopra perché alcuni non sono ancora studiati ma già prevalenti. Per prevenire le malattie, si raccomanda di osservare le migliori pratiche di allevamento che possono essere fatte per aiutare a prevenire possibili condizioni indesiderate che possono portare a scenari peggiori.

Si consiglia inoltre di fornire al Tuatara cibo nutriente e assicurarsi di aggiungere calcio, così come integratori multivitaminici ad ogni alimentazione. Se preso in cattività, c’è un’alta possibilità che la loro immunità a diversi fattori ambientali sia diminuita.

Disponibilità – Dove trovarne uno?

Il Tuatara non è ancora considerato in pericolo ma sono già a rischio. Si possono vedere questi tipi di rettili da un collezionista di specie antiche ma di solito, non sono in vendita. Ci sono negozi di animali su internet dove si può trovare questa specie a diversi prezzi.

Minacce alla sopravvivenza

Come altri rettili e anfibi nativi che sono quasi azzerati dall’estinzione, la principale minaccia alla sopravvivenza del Tuatara è danneggiata dai predatori mammiferi. I ratti sono una minaccia particolare, e la maggior parte dei Tuatara rimasti ora sopravvive e si riproduce solo su isole al largo e sulla terraferma che sono prive di ratti.

Il Tuatara è anche minacciato dagli esseri umani che li catturano per venderli all’estero e per quella cattura personale. Possedere Tuatara in questi giorni è illegale, anche se sono molto ricercati dai collezionisti di rettili e possono raggiungere prezzi molto alti all’estero. Ci sono rapporti che vengono rubati dagli zoo e dalle isole offshore.

4 principali strategie di conservazione per i Tuatara

  • Sradicamenti di mammiferi dalle isole offshore come i ratti.
  • Programmi di incubazione delle uova. Questo processo è dove le uova sono raccolte dal selvaggio e vengono incubate in ambienti di laboratorio controllati.
  • Programmi di head start. È dove un giovane Tuatara è covato in laboratorio ed è tenuto in strutture speciali prima di essere rilasciato su isole al largo quando raggiungono la maturità.
  • Translocazione. E ‘quando un gran numero di Tuatara sono trasportati in un nuovo luogo per stabilire una nuova popolazione o per contribuire a ripristinare la popolazione esistente.

Captive Breeding

Sia che si prepara una gabbia, vasca o terrario, l’habitat del vostro Tuatara servirà come il suo rifugio per i prossimi anni quindi si prevede di costruire una casa per loro che imita il loro habitat reale in natura. Le dimensioni della vasca non sono un problema, purché il Tuatara possa muoversi liberamente.

Nella scelta della gabbia, assicuratevi che sia dotata di un coperchio perché i Tuatara sono considerati come artisti della fuga. Assicuratevi che la vasca permetta un’adeguata circolazione dell’aria per evitare problemi di umidità e soffocamento, per questo è utile anche considerare l’uso di un coperchio a schermo.

L’illuminazione e l’umidità

L’illuminazione aiuta a mantenere l’ambiente della gabbia pulito e luminoso in modo da poter controllare facilmente il vostro animale. Sono originari della Nuova Zelanda, dove il sole di solito non esce, quindi non importa se l’illuminazione ha uno spettro completo o meno.

Ogni tanto, il tuo animale ha bisogno di crogiolarsi, quindi posiziona l’impianto di illuminazione in un luogo dove la luce può penetrare liberamente e ci dovrebbe essere anche un modo per il tuo drago di avvicinarsi alla sorgente luminosa entro 6-8 pollici.

Temperatura

Tuatara proviene da un ambiente freddo. Per essere in grado di imitare un ambiente ideale per loro, assicuratevi di mantenere una temperatura di circa 50-60 gradi Fahrenheit. Assicuratevi che l’attrezzatura di illuminazione che userete non crei tanto calore in modo da non causare stress da calore al vostro animale domestico.

Letto e accessori della vasca

Oltre a prendersi cura dell’illuminazione e della temperatura all’interno della gabbia o della vasca, è anche importante prestare attenzione alla pavimentazione della vasca. Il tipo di pavimentazione consigliato dipende dall’età effettiva del vostro animale domestico. Dal momento che i più giovani hanno bisogno di nutrirsi di più insetti rispetto ai draghi più anziani, è importante essere più attenti per quanto riguarda la pavimentazione in quanto potrebbe essere possibile che un drago barbuto più giovane ne mangi un po’ mentre cerca di catturare le sue prede.

Sanificazione

Per l’igiene e la sanificazione, assicuratevi di pulire regolarmente la gabbia, la ciotola dell’acqua e quella del cibo usando un prodotto sanitario formulato appositamente per questa ragione. Assicurati di pulire tutti gli elementi dopo la pulizia, lasciandoli asciugare prima di sistemare nuovamente la gabbia. Inoltre, poiché il Tuatara può essere portatore di batteri di salmonella, si raccomanda di lavarsi le mani dopo averlo maneggiato o trasportato nella gabbia.

Ambiente naturale – Substrato

Ci sono una varietà di substrati che si possono usare. 3 per avere una ciotola piccola o una in cui non possano giacere, in quanto ciò potrebbe causare preoccupazioni come una putrefazione da squame. Se non si utilizza una ciotola d’acqua, si raccomanda di fornire una fonte diversa per l’idratazione. Va anche notato che i Tuatara ottengono quasi il 90% del loro fabbisogno di idratazione dalle verdure che consumano, a parte il cibo completamente idratato.

Passi nell’allestimento della vasca per i Tuatara

Passo 1: I Tuatara possono essere aggressivi, quindi decidete che tipo di animali vorreste vivere insieme a loro. Ma è più consigliabile non metterli insieme ad altri animali. Potete prendere una coppia di Tuatara ma assicuratevi che la vasca sia abbastanza spaziosa dove possano muoversi liberamente.

Step 2: Trovate una vasca che possa essere comoda per il vostro animale. È meglio comprare una vasca che possa essere usata fino alla sua futura crescita. È anche consigliabile imitare l’habitat naturale del Tuatara dove ci sono terra friabile, tronchi e tane.

Step 3: Una volta che avete già una vasca ideale, aggiungete un substrato. I tuatara amano scavarsi le tane, ecco perché è importante assicurarsi che il vostro substrato sia sufficiente. Sabbia o terra di alta qualità che può essere utilizzata è disponibile in alcuni negozi di animali.

Step 4: L’esposizione alla luce o basking è importante. Ci dovrebbe essere un’area dove il vostro animale domestico può stare completamente sotto una lampada di calore o la luce naturale del sole. Il basking è necessario per la salute del vostro Tuatara, assicuratevi che l’area di basking sia invitante perché se il vostro animale non si crogiola può portare ad alcune infezioni o infestazioni di malattie.

Step 5: Aggiungere piante quanto basta per ossigenare la vasca. Il numero di piante da usare dipende dalle dimensioni della vasca, ma assicuratevi che non occupino un grande spazio, perché c’è la tendenza che il vostro animale domestico si faccia la tana e distrugga le piante. Il vostro animale domestico potrebbe scavare le piante, quindi fate uso di rocce morbide per evitare che si sradichino.

Step 6: E’ necessario pulire l’intera vasca almeno ogni 2-4 settimane a seconda delle dimensioni della vasca. Durante la pulizia della vasca, mettete il Tuatara in una vasca con uno schermo in modo che non possa scappare. Anche il substrato di sabbia o terra deve essere cambiato completamente.

Fatti sul Tuatara

1. Il Tuatara è un membro dell’ordine Rhynchocephalia che si crede sia fiorito circa 200 milioni di anni fa. Assomigliano alle lucertole ma sono più particolari.

2. La ragione per cui gli aculei dei Tuatara maschi sono più prominenti è che è quello che usano o alzano durante le dimostrazioni territoriali o di corteggiamento.

3. I Tuatara sono longevi e una delle ragioni della loro longevità è il loro lento metabolismo dovuto alla loro bassa temperatura corporea. Possono anche tollerare temperature molto più basse e vanno in letargo durante l’inverno.

4. Il suo terzo occhio è visibile solo nei cuccioli perché è già coperto di squame e pigmenti dopo quattro o sei mesi.

5. Come parte del loro adattamento all’ambiente. I tuatara hanno la capacità di staccarsi la coda e di rigenerarla di nuovo soprattutto quando vengono catturati dal loro predatore.

6. La disposizione dei loro denti non può essere vista in altri rettili. I loro denti non sono strutture separate ma proiezioni affilate dell’osso della mascella, una volta che i denti cadono, non possono più essere sostituiti, ecco perché i Tuatara anziani preferiscono mangiare cibi morbidi come vermi, scarafaggi e altri insetti più morbidi.

7. I Tuatara sono gli unici che si riproducono lentamente. I maschi hanno la capacità di accoppiarsi quasi ogni anno, ma le femmine possono riprodursi solo una volta con un intervallo di due o cinque anni. Le femmine impiegano da 1 a 3 anni per fornire uova con tuorlo e fino a sette mesi per formare il guscio. Poi ci vogliono altri 12-15 mesi dalla copulazione alla schiusa, forse il più lungo tasso di incubazione di qualsiasi rettile.

8. Sono diurni durante il loro primo stadio e notturni da adulti. Preferiscono rimanere attivi durante il giorno, specialmente i piccoli per evitare le tartarughe adulte o alcuni predatori che si nutrono di loro.

9. Hanno la capacità di scavare le proprie tane e di coabitare con gli uccelli. I tuatara a volte si nutrono delle uova, delle covate o degli animali più piccoli che coabitano con loro.

10. I peggiori invasori delle tartarughe sono i ratti e i topi perché amano mangiare le uova e le covate delle tartarughe. Questa è una delle ragioni per cui queste specie si sono estinte nel 2005, ma il governo ha trovato il modo di far ripartire la loro popolazione.

FAQ’s

Puoi tenere i Tuatara come animali domestici?

Se volessi tenerli in salute in cattività, dovresti imitare quelle condizioni, ma al momento, l’allevamento in cattività è già proibito dalla legge perché sono strettamente protetti.

Cosa differenzia i Tuatara dalle lucertole?

Il modo più semplice per distinguerli è attraverso le orecchie, le lucertole hanno orecchie mentre i Tuatara no. Tuatara ama anche le basse temperature, specialmente il fresco della notte, mentre le lucertole amano un ambiente caldo. La parte più unica o distinguibile del loro corpo è il loro “terzo occhio” sulla parte superiore della testa. L'”occhio” ha una retina, una lente e terminazioni nervose, ma il suo scopo non è quello di vedere, ma per i meccanismi di difesa.

Perché il tuatara è in pericolo?

Il tuatara è stato classificato come una specie in pericolo dal 1895 e fino ad ora la sua popolazione è in ripresa. I tuatara, come molti animali nativi della Nuova Zelanda, sono stati minacciati dalla perdita di habitat, dalla raccolta e da specie introdotte come ratti e mustelidi.

A quale famiglia di dinosauri estinti è legato il tuatara?

La maggior parte delle specie della famiglia dei dinosauri è scomparsa circa 60 milioni di anni fa, tranne la tribù dei tuatara. Tuatara è l’unico membro sopravvissuto dell’ordine Sphenodontia, che era una rappresentazione di altre specie di dinosauri già 200 milioni di anni fa.

Quanto è vecchio il più vecchio Tuatara?

Ci sono state tracce di fossili di Tuatara trovati in rocce di età giurassica circa 150+ milioni di anni fa. Le prove fossili indicano che gli altri membri della famiglia Rhynchocephalia si sono estinti negli ultimi 60 milioni di anni.

Perché è chiamata la specie in più rapida evoluzione?

Gli scienziati hanno fatto una valutazione che ha appuntato l’animale in più rapida evoluzione conosciuto che è un “dinosauro vivo” chiamato tuatara. Il tuatara, Sphenodon punctatus, assomiglia ad una lucertola e si trova solo in Nuova Zelanda.

È possibile addestrare un tuatara al vasino?

Sì, è possibile addestrare un tuatara al vasino. Possono essere addestrati a defecare costantemente in una certa area della gabbia di medie dimensioni.

I Tuatara puzzano?

Sì, possono puzzare soprattutto se non ci si prende cura di loro correttamente. Come tale, assicuratevi di concentrarvi sulla sua igiene, usando pratiche sanitarie quando lo maneggiate. Trascurare di pulire l’habitat del vostro animale domestico renderà anche il vostro animale puzzolente e soggetto a infezioni virali e batteriche.

Si può nutrire il Tuatara con mangimi?

Se il Tuatara soffre di carenze nutritive, è consigliabile nutrirlo con mangimi o integratori arricchiti di vitamine e minerali.

Dove vivono i Tuatara in Nuova Zelanda?

I Tuatara vivono su circa 35 isole. Sette di queste isole si trovano nello Stretto di Cook e ospitano circa 45.500 animali.

Lascia un commento